L’inaugurazione di Pompei per Tutti


Foto: Repubblica.it

Venerdì scorso, alla vigilia della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, è stato inaugurato nell’area archeologica di Pompei uno dei più innovativi percorsi per disabili al mondo: con i suoi oltre tre chilometri di lunghezza è il più lungo in Italia ed uno dei primi in assoluto.

Si tratta di un percorso attrezzato e privo di barriere architettoniche che si sviluppa lungo le strade principali della città antica. Persone con difficoltà motorie, genitori con passeggino, anziani, infortunati e tutti i turisti che preferiscono un itinerario più confortevole potranno accedere agli edifici più importanti in modo agevole e sicuro superando dislivelli e ostacoli. Sui marciapiedi ai lati delle strade in acciottolato romano, difficili da percorrere con le carrozzine, è stata realizzata una nuova pavimentazione a base di calce idraulica priva di cemento, e sono state collocate passerelle ed attraversamenti metallici. Il tutto nel pieno rispetto dei monumenti da preservare e con la supervisione della Soprintendenza Speciale di Pompei.

Foto LaPresse/Marco Cantile – da www.meteoweb.eu

L’infrastruttura tecnologica del progetto “Pompei per tutti” prevede braccialetti elettronici intelligenti chiamati “Con-Me” dotati di GPS, Bluethoot, WiFi e pulsante SOS, predisposti per localizzare immediatamente il portatore per prestargli soccorso in caso di necessità. Sensori ambientali collocati nel sito archeologico segnaleranno eventuali situazioni di pericolo legate alle condizioni atmosferiche (bagnato, scivoloso, polveroso). I visitatori non vedenti o ipovedenti, inoltre, potranno utilizzare, sempre tramite il braccialetto elettronico, le audio-guide appositamente realizzate.

Nel 2016 il sito archeologico di Pompei ha superato per la prima volta i tre milioni di presenze annuali. E non è utopia ipotizzare un anno ancora migliore nel 2017.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.