La cantata delle opere pari


operepariContinua la felice collaborazione con il Circolo Ufficiali dell’Esercito di Castelvecchio. Quest’ anno presenteremo una rassegna , ovviamente tutta incentrata sul Teatro di Eduardo, in particolare alle prime opere, quelle scritte prima della guerra ed appartenenti appunto alla raccolta delle opere ” la cantata dei giorni pari”. L’ opera che apre è “Ditegli sempre di sì”,scritta nel ’27 mentre nel ’31 inizia il parto trigemino di “Natale in casa Cupiello”. “Non ti pago” è del 1940 e insieme ad Armando Curcio (l’editore) nel ’42, scrive “La fortuna con la F maiuscola”.
In queste prime opere ripercorriamo l’evoluzione del teatro di Eduardo, che da una chiara impronta scarpettiana, giunge a composizioni più mature, sicuramente dettate dalla lezione di Pirandello, ma senza dimenticare quella genetica della grande “Commedia Dell’Arte”.

Cosa ne pensi?